Innamorarsi a Cortina

San Valentino la Regina delle Dolomiti diventa Regina di Cuori.

Meta ideale per le coppie che vogliono dedicarsi una vacanza ricca di romantiche emozioni in alta quota: dalla cena a lume di candela, al massaggio in una splendida spa, all’immersione in una vasca di acqua calda mentre si osserva il tramonto sopra i 2.000 metri, al pernottamento in una stanza con le pareti di vetro e il tetto di stelle.

E se al romanticismo si preferisce l’adrenalina sono comunque tantissime le occasioni e i luoghi, per vivere e condividere la meraviglia delle Dolomiti Patrimonio UNESCO insieme a chi si ama, avventurandosi in una suggestiva ciaspolata notturna, dopo una giornata sugli sci lungo le tante piste del comprensorio o in un’emozionante corsa sulla slitta trainata dai cani.

Se poi l’amore ancora non c’è, basta salire a Ra Valles ad ammirare l’alba: magari non sarà sufficiente per far scattare la scintilla al proprio partner, ma sarà molto probabile innamorarsi di Cortina.

 

Momenti unici 

Astro… cena

Venerdì 14 febbraio

La luna, la notte, le stelle. Cosa c’è di più romantico? Una cena a lume di candela. Le Astrocene del Ristorante Col Druscié 1778 uniscono la meraviglia del cielo all’incanto del palato, stuzzicato da abbinamenti creati appositamente per la serata. Dopo la cena è prevista la visita guidata all’Osservatorio Astronomico di Col Druscié in compagnia di un esperto dell’Associazione Astronomica Cortina per osservare l’universo delle notti invernali. Info e prenotazioni: 0436 862372 – 340 7967039 | gastronomia@freccianelcielo.com.

Settimana dell’amore

Dal 10 al 16 febbraio

Nel corso della Settimana dell’Amore, da lunedì 10 febbraio a domenica 16 febbraio, la famiglia Siorpaes del Rifugio Averau celebra San Valentino puntando sul gusto. La proposta prevede due opzioni: il menù da Batticuore per una persona e il menù dell’Amore per due persone (offerto a metà prezzo a chi della coppia si presenterà con la stampa della notizia al sito). Info e prenotazioni: +39 0436 4660 | rifugioaverau@gmail.com.

Faloria in Love

Dal 12 al 18 febbraio

In occasione di San Valentino, il Faloria Mountain Spa Resort propone un’offerta pensata appositamente per le coppie che vogliono dedicarsi una breve vacanza all’insegna del romanticismo e del relax.

Il pacchetto comprende: pernottamento in camera Junior Suite per minimo due notti (nel caso di tre notti, c’è un pernottamento aggiuntivo gratuito per qualsiasi tipologia di camera), dolce benvenuto in camera con bollicine e frutta fresca, ricca colazione alpina,transfer dall’albergo alle stazioni sciistiche e al centro di Cortina, ingresso libero alla spa con la sua area saune per adulti, la piscina semi-olimpionica, il bagno turco, la Vitality Pool in/outdoor, la palestra, l’area relax, e la possibilità di prenotare un trattamento spa per due persone. E poi, immancabile, la cena di San Valentino presso il ristorante dell’hotel, anche con servizio in camera. Info e prenotazioni: +39 0436 2959 | info@faloriasparesort.com.

 

Happy Valentine’s Day

Sabato 15 febbraio

Al Bellevue Suites & Spa la cena di San Valentino è un’esperienza sensoriale in una romantica atmosfera. Le proposte dello chef Maurizio arrivano in tavola accompagnate dalle melodie della vocalist Chiara Visentin e, dopo cena, tanta musica per ballare. Info e prenotazioni: +39 0436 883400 | maitre@bellevuecortina.com.

 

Dinner Show

Sabato 15 febbraio

Sabato 15 febbraio nel salone Dolomieu dell’Hotel de la Poste, nel cuore di Cortina, serata con Alessandro Ristori and The Portofinos: una cena spettacolo che sarà seguita da dj set fino a tardi.

Info e prenotazioni: +39 0436 4271 | info@delaposte.it.

 

Alba a Ra Valles

Sabato 15 febbraio

Le prime luci dell’alba, l’aria frizzante, la neve che scricchiola, un paesaggio incantato. Vedere l’Alba a Ra Valles è un’esperienza meravigliosa che consente di iniziare in maniera speciale la giornata. A completare questo momento, una ricca colazione dolce e salata con i sapori tradizionali locali. L’appuntamento è per sabato 15 febbraio. Info e prenotazioni: +39 0436 5052 | info@freccianelcielo.com.

 

Ciaspolate al chiaro di luna

La neve illuminata dai raggi della luna, intorno il silenzio. Gli amanti della natura non possono perdere l’occasione di vivere la montagna invernale nella magica atmosfera notturna. L’avventura inizia alle ore 18.00 con un aperitivo di riscaldamento e prosegue con un’ora e mezza di camminata in compagnia di una Guida Alpina, in un suggestivo percorso che termina a Capanna Ra Valles, dove tutte le fatiche saranno premiate con una lauta cena. Info e prenotazioni: +39 0436 5052 | info@freccianelcielo.com.

 

Sulla slitta con Balto

A Cortina è possibile vivere l’emozione della corsa con i cani da slitta insieme a due guide d’eccezione, Ararad Khatchikian e Monica D’Eliso. Ararad e Monica sono gli unici mushers (conducenti di slitte e cani) italiani che hanno partecipato a gare, avventure ed esperienze internazionali di insegnamento in Alaska, Yukon Canadese, Alpi Europee, Islanda, Lapponia Svedese e Norvegese. Sono anche autori letterari e consulenti TV per la RAI e il TG5 degli Animali “L’Arca di Noè”. In collaborazione con la AS Scuola internazionale Mushing.

Info e prenotazioni: 348 2685867 – 348 3745119.

 

Luoghi del cuore

Il cielo in una stanza

Dal tramonto all’alba, ammirare il cielo d’alta quota in prima fila dall’interno di una confortevole camera dalle pareti di vetro: è un sogno possibile a Cortina d’Ampezzo, dove Raniero Campigotto, gestore del Rifugio Col Gallina, ha dato vita alla stanza mobile Starlight Room Dolomites 360. A pochi chilometri dal cuore di Cortina, in località Col Gallina, si può così trascorrere una notte speciale per assaporare, da soli o in compagnia, la magia del cielo lontani dall’inquinamento luminoso e dal rumore: al tramonto l’enrosadira accende le rocce dei Monti Pallidi di un arancio inconfondibile, di notte la cascata di stelle è così vicina che sembra di poter toccare il cielo e all’alba le Dolomiti si tingono di rosa. La Starlight Room Dolomites 360 è dotata di caminetto, salottino e bagno interno e può ruotare su se stessa per seguire il movimento degli astri e cambiare prospettiva. Una struttura unica nel suo genere: nata, brevettata e costruita in Veneto con materiali ecosostenibili. Numerosi i servizi e i comfort compresi nel soggiorno: colazione, cena con un ricco menù di piatti tipici che va dall’antipasto al dessert, cioccolatini e grappe aromatizzate, seduta regolabile per ammirare il panorama dalla prospettiva ideale, possibilità di ascoltare musica e altro ancora. Info e prenotazioni: +39 0436 2939 – +39 339 4425105 | info@rifugiocolgallina.com

 

Un bagno caldo all’aperto sopra i 2.000 metri

Una vasca botte in legno, all’aperto, al Rifugio Scoiattoli, a 2.255 metri di altitudine. Per un bagno caldo e rilassante (l’acqua è costantemente riscaldata da una stufa a legna), magari sorseggiando bollicine mentre si osserva lo spettacolare panorama delle 5 Torri al tramonto, da un punto di vista privilegiato. Da non perdere anche la cucina del rifugio, con piatti della tradizione ampezzana e locale rivisitata con fantasia. Come le “violette ai sapori di bosco”, deliziosa pasta fatta in casa aromatizzata con i mirtilli.

Info e prenotazioni: +30 0436 867939 – 333 8146960 | rifugio.scoiattoli@dolomiti.org

 

Saune in alta quota

Dolomiti e mare di nuvole, neve e calore: così, in una sauna con finestra tutto il piacere di un’esperienza rigenerante per corpo e spirito al Rifugio Lagazuoi; e poi: appuntamento a tavola con la cucina tradizionale servita con amore a quota 2.752 metri.

Info e prenotazioni: +39 340 719 5306 | www.rifugiolagazuoi.com

Gli amanti del relax non possono perdere il nuovo angolo di benessere al Rifugio Mietres, a 1.710 metri, con una sauna finlandese all’aperto e una tinozza posizionata sulla splendida terrazza solarium, perfetta per un romantico aperitivo al tramonto, immersi nell’acqua calda.

Info e prenotazioni: +39 334 7203154 | rifugio@mietres.it

 

Appuntamento nel cuore di Cortina

Un luogo raccolto, nel centro di Cortina, perfetto per gli appuntamenti romantici. Ѐ la nuova graziosissima piazzetta a forma di cuore lungo via Roma, il cui perimetro è delineato da fiori colorati, al centro di un piccolo e curatissimo parco.

Innamorarsi a Cortina: come in un film

Cortina con le sue imponenti cime, gli scorci scenografici, i negozi d’alta moda e l’atmosfera glamour sono stati spesso oggetto di scelta da parte di numerose produzioni cinematografiche, sia italiane che internazionali. Proprio per la sua unicità, la Regina delle Dolomiti ispira appassionate storie d’amore, nel passato come nel presente, nella finzione cinematografica come nella realtà.

 

Cortina e l’amore: tra grande cinema e grandi passioni

Uno dei film in cui la storia d’amore tra i due protagonisti, ambientata in gran parte a Cortina e oggetto della pellicola, non si è conclusa con la fine delle riprese è Amanti (1968, regia di Vittorio De Sica).
Proprio durante le riprese di questa romantica e struggente vicenda cinematografica i due attori principali Marcello Mastroianni, indimenticabile mattatore italiano, e Faye Dunaway, famosa attrice statunitense, si sono incontrati e innamorati. Come ricorda nel libro “Set in Cortina” (a cura di L.Damiani, 2010, Mondadori Electa) Enrico Lucherini, uno dei press agent che all’epoca si trovava a Cortina, “Una volta, mentre giravamo una scena d’amore, quando venne dato lo stop! loro continuarono a baciarsi appassionatamente. Durò un anno, non fu una cosa passeggera”.

Purtroppo, non tutte le storie d’amore hanno un lieto fine, soprattutto quando amanti lo si è davvero. Infatti, Mastroianni era all’epoca già sposato e la romantica storia d’amore con la Dunaway arrivo a una conclusione, sebbene la coppia non abbia mai dimenticato il loro amore nato nella magica Cortina.

Le location ampezzane in cui è stato girato Amanti sono numerose, a partire dalla strada Alemagna che i due protagonisti Julie (F. Dunaway) e Valerio (M. Mastroianni) percorrono per arrivare a Cortina, meta della loro fuga d’amore in cui i due si recano per vivere alcuni giorni di idillio d’amore.

Anche il centro di Cortina appare spesso nel film; per esempio vengono riprese piazza Roma e la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo quando Valerio arriva in paese alla ricerca di Julie dopo essersi svegliato senza trovarla accanto a lui, e l’esterno del centralissimo Hotel Ancora, situato lungo Corso Italia alle spalle della Basilica. Proprio in quest’ultima location Julie dichiara il proprio amore a Valerio, prima di tornare con lui allo chalet.

Le malghe di Fedarola, collocate in località Dibona lungo il sentiero che porta al Rifugio Dibona, sulle Tofane, sono state trasformate nello chalet in cui la coppia di amanti soggiorna. Isolato e immerso tra prati e boschi, lo chalet si trova accanto ad una seconda malga, molto meno lussuosa, in cui nel film vivono una giovane ragazza montanara con suo nonno.

Infine, una delle attività che fanno i due amanti nel corso del loro idillio è prendere la funivia verso il Rifugio Lagazuoi, sul passo Falzarego. Il rifugio è riconoscibile sia dalle riprese effettuate terrazza panoramica, su cui Valerio filma la sua amata, che dall’area in cui si trova la stazione di arrivo della funivia, da cui si vede perfettamente il rifugio posto a breve distanza.

Appena 5 anni dopo Amanti, Cortina venne nuovamente scelta come set cinematografico per una drammatica storia d’amore; in questo caso, la sua indiscussa protagonista fu la divina Elizabeth Taylor.
Il titolo del film in questione è Mercoledì delle Ceneri (regia di Larry Peerce, 1973) e Liz Taylor interpreta Barbara Sawyer, una non più giovane moglie americana pronta a tutto pur di riconquistare l’amore del marito (Henry Fonda), anche a sottoporsi ad un’operazione di chirurgia estetica per riacquistare la bellezza ormai sfiorita.
Ed è proprio in una innevata Cortina che Liz Taylor si reca in villeggiatura, attendendo impaziente l’arrivo del marito e sperando ardentemente in un secondo colpo di fulmine da parte di quest’ultimo appena la vedrà.

Nell’attesa, la triste moglie trascorre le giornate a girovagare senza meta tra il paese e le piste imbiancate. Ad esempio, ben riconoscibile è la celebre terrazza panoramica del rifugio Col Drusciè, sulle Tofane, in cui la protagonista si reca a sorseggiare una bevanda calda circondata da allegri sciatori che si godono il sole e l’imperdibile vista si Cortina.

La location ampezzana che compare più spesso nella pellicola è il Miramonti Majestic Grand Hotel, uno degli storici alberghi 5 stelle di Cortina, collocato in località Peziè e inaugurato nel 1902 dai coniugi Romeo e Filomena Manaigo con l’intenzione di creare un lussuoso complesso per villeggiatura montana. È qui infatti che alloggiano tutti i personaggi del film, dalla magnetica protagonista al suo giovane amante per una notte, Erich (Helmut Berger), conosciuto al ristorante dell’hotel.

 

A Cortina sono tanti i luoghi del cuore che hanno ospitato i divi del cinema di un tempo, vieni a scoprirli qui.

***

 

Per immagini fotografiche e video, testi e materiali o per conoscere da vicino Cortina d’Ampezzo potete contattarci all’indirizzo chiara.costa@cortinamarketing.it.

www.cortinamarketing.it

In allegato foto della conferenza stampa della DMO Dolomiti dedicata alla Guida Lonely Planet relativa ai luoghi delle Dolomiti che fanno innamorare; la conferenza si è tenuta presso lo stand della Regione Veneto alla BIT di Milano.

 

 

 

UFFICIO COMUNICAZIONE Cortina Marketing – Se.Am.

Chiara Costa chiara.costa@cortinamarketing.it

+39 0436/866252

cortina.dolomiti.org | cortinamarketing.it